La mano del grafico

Quasi disegni e quasi schizzi donati al FAI per un libro e una mostra per sostenere l’attività della Fondazione

Non proprio disegni e nemmeno schizzi, a essere sinceri, quelli firmati Roberto Maria Clemente, pescati nell’archivio dei materiali di lavorazioni prodotti per l’Irish Museum of Modern Art di Dublino e per i Larsen. Obiettivamente sono sopratutto facili esperimenti e giochi di carta, cutter e colla, con l’aiuto di una stampante e colori per un’iniziativa – lanciata nel 2011 dopo il grande successo dell’edizione 2009 de “La mano dell’architetto” e de “La mano del designer” del 2010 – ideata e curata da Francesca Serrazanetti e Matteo Schubert, che si è avvalsa della supervisione scientifica di Pietro Corraini, esperto di grafica: 108 fra i più grandi grafici contemporanei di tutto il mondo hanno donato disegni e schizzi autografi dei loro progetti per supportare il FAI.

I commenti sono chiusi.